17 novembre Showcooking nella sede dell’Olio Carli a Imperia

Empotio Carli - sede del corso
Empotio Carli – sede del corso

Ieri ho ricevuto conferma che giovedì 17 Novembre terrò uno show cooking nella sede di Imperia Oneglia dell’Olio Carli.

Mi fa molto piacere essere stato scelto da un azienda così importante e del nostro territorio, per un loro corso di cucina.

Ieri dopo i primi accordi mi ha fatto molto piacere la disponibilità del responsabile dei corsi sui temi da affrontare e sulla libertà di espressione della mia cucina.

Spiegherò a chi ci sarà come si possa fare alta cucina anche in casa avendo le giuste nozioni e un po di tempo a disposizione. Senza trascurare le nostre radici.

Dopo il corso pubblicherò anche qui le dispense.

Anche quest’anno al “chicco d’oro”!

In fondo al mar
In fondo al mar

 

Anche quest’anno sono stato selezionato tra i 15 finalisti per il concorso nazionele sul riso Vialone Nano “il chicco d’oro”.

Quest’anno la mia ricetta sarà “in fondo al mar” un risotto che riproduce i fondali marini strizzando un occhio sia alla terra dei fondali che alla popolazioni che li abitano.

2 articoli che ne parlano:

1° articolo

2° articolo

 

A fine concorso pubblicherò la ricetta.

 

Di nuovo da Heston Blumenthal

A maggio ho deciso di tornare a fare uno stage al “The Fat Duck”, siamo partiti io e la mia famiglia per un soggiorno di un mese. Purtroppo, dopo il ritorno dall’Australia, quello che ricordavo come uno dei migliori ristoranti del mondo, ha rivelato una decadenza incredibile.

Il menù si è ampiamente impoverito, perfino i piatti eccezionali, che continuano a essere serviti hanno perso in qualità.

E’ comunque un esperienza che consiglio a chiunque ma non è più il locale di 2 anni fa e mi spiace molto. Per la mia crescita questa volta purtroppo non è servito.

Ho anche investito per cenarci, si perchè in 2 si spendono più di 600 euro e mi spiace ma non ne vale la pena.

 

Rinasce la passione per il gelato

Complici anche i miei genitori, a aprile mi sono regalato una macchina professionale per il gelato. Così ho ricominciato a produrre gelati in maniera professionale.

Una sera dopo una cena con gli amici di Recco Fabrizio e Nicoletta, Fabrizio mi chiede :”ma ci metti le polverine nel gelato?” e io “per forza, ci vogliono”

Quella frase mi ha stimolato diverse domande e dal mattino dopo ho iniziato a studiare ricette del tutto nuove senza nessun tipo di preparato.

Ho sviluppato una crema fatta con tuorlo, zucchero, latte, panna miele e amido di mais.

I gusti bianchi con latte, panna, zucchero, miele, amido di mais e albume d’uovo.

infine i gusti frutta con frutta, acqua, miele, zucchero e inulina (fibra alimentare estratta dalla ragice della cicoria).

Sto avendo un successo incredibile tra gli amici, spero di poter aprire presto una gelateria naturale.

Breve stage presso il ristorante stellato San Giorgio di Cervo (SV)

 

Ho avuto la fortuna nel mese di febbraio di fare un altra esperienza presso un ristorante stellato, il San Giorgio di cervo.

La chef Caterina Lanteri, personaggio quantomeno stravagante, mi ha accolto nella sua cucina, mostrandomi il rigore con cui interpreta i piatti del nostro territorio.

Una bellissima esperienza, ma non in linea con quello che è il mio stile di cucina. Una bella esperienza per la quale ringrazio.

Anche quest’anno sono stato invitato a partecipare a Goute de France

E’ vero che siamo italiani, ma visto che fin dai tempi dei Medici la nostra cucina e quella d’Oltralpe sono intrecciate perchè non partecipare e fare una serata un po’ diversa?

Ricette per Altroconsumo

Ieri il presidente dell’associazione di cui faccio parte, la Assocuochi Savona ci ha chiesto di mandargli qualche ricetta contenete un pesce di una lista che ci ha mandato per un eventuale pubblicazione su Altroconsumo.

Ho deciso di condividere con voi queste ricette.

ricciola mela tatin e crumble al cioccolato

gnocchi di calamaro carciofi e burrata (pubbliacata sul Secolo XIX del 23-12-2015)

Gambreroni rossi frutto della passione e maionese di pomodoro (pubblicata sul Secolo XIX del 13-08-2015)

Esperienza con Gualtiero Marchesi e Paolo Lopriore

20151117_165016

20151116_170440

20151116_114505

Lunedi e martedi 16 e 17 novembre 2015 ho avuto la fortuna di partecipare a un corso denominato la cucina come forma d’arte organizzato dall’Accademia Marchesi.

Qui ho conosciuto il Signor Gualtiero Marchesi e gli Chef Paolo Lopriore e Michel Magada docente A.L.M.A.

Ho scoperto varie cose, in primis, il Signor Gualtiero è una persona di una semplicità e una sensibilità fantastica.

In secundis tutti i piatti “famosi” che propongono ora i cosidetti grandi della cucina sono tutti rivisitazioni di suoi piatti.

E’ stata un esperienza fantastica capire come è nato tutto quello che oggi viviamo nell’alta cucina.

Lo chef Lopriore ci ha dato una dimostrazione della sua nuova idea di cucina, la cucina conviviale, ossia il piatto viene assemblato a tavola dai commensali.

Una grande esperienza, spero di poter fare un breve stage in un ristorante di uno di questi grandi chef.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close